Logo

SVART VOLD BANDSTRIBE

 
BT) In che anno si è formata la band?
(Federico C.) La band si è formata nell'estate del 2007!

BT) Come mai la scelta di questo nome?
(Guido P.) Bè, innanzitutto non volevamo essere banali quindi abbiamo cercato qualcosa che fosse un poco fuori dagli schemi a livello di sound, e Federico ha trovato queste parole norvegesi, il cui significato, "Nera Violenza", è uno dei concetti con il quale identifichiamo la nostra musica. Siamo rimasti subito colpiti dalla musicalità di questo nome, anche se formato da due parole, è breve e rapido da pronunciare, inoltre, rimane in testa alle persone. Ce ne siamo affezionati sin dalla vecchia line-up, ed il membri che sono arrivati in seguito l'hanno accolto volentieri, apprezzandone particolarmente il suono.

BT) Quali band sono state di ispirazione nella vostra carriera musicale?
(Francesco C.) Sicuramente l'elemento caratterizzante di ognuno di noi è la passione per il Metal in generale. Le ispirazioni che maggiormente spiccano nel sound degli Svart Vold fanno riferimento ai capisaldi del Thrash e del Death Metal. Gruppi come Slayer, Kreator, Sodom, Cannibal Corpse, At the Gates, Death e compagnia bella! Ovviamente poi ognuno di noi ha le sue preferenze; io personalmente ascolto moltissima musica, ma nell'ambito Metal sono orientato verso gruppi Technical Death, vedi The faceless, Born of Osiris; Necrophagist ecc e in generale più verso il Death in generale, con tutte le su sfaccettature...Mark è sicuramente il più legato al Thrash  più marcio, mentre Angelo e Guido più o meno sono della mia stessa corrente, mentre Fede, mio fratello, è forse quello un pò meno meno "estremo", anche se ovviamente pure lui ascolta buon metal, ci mancherebbe altro! In conclusione, le influenze nella band sono davvero moltissime, e il che è assolutamente un bene, l'importante è che si rimanga sempre coerenti con se stessi!

BT) Cosa ne pensate della scena attuale del vostro genere?
(Angelo C.) Pare che negli ultimi anni la scena estrema abbia fatto tendenza un po' in tutto il mondo, infatti troviamo numerose band americane ed europee lanciate nei più disparati sottogeneri Death e Thrash. L'Italia sicuramente offre una varietà molto ampia in questo senso, ci son svariati gruppi che han qualcosa da dire e che han voglia di urlare al mondo intero il loro pensiero. A mio avviso, quindi, questo è un buon periodo per il Metal estremo; la difficoltà è la solita, trovare spazio ed avere la possibilità di farsi sentire.

BT) Quali sono le vostre fonti di ispirazione per i testi?
(Federico C.) Parto dal modo di scrivere che io e Guido, che siamo gli autori dei testi, utilizziamo quando creiamo qualcosa di nuovo per la band. Guido scrive in maniera molto impersonale, i suoi testi sono spesso simbolici e prendono spunto dall'osservazione della realtà, spesso riscritta in chiave bellica... io personalmente sono molto più personale, diretto, e scrivo di getto, quando mi passa per la mente qualcosa, lo butto giù. Scrivo basandomi sulle mie sensazioni, su ciò che provo in quel determinato momento.  Il 99% dei risultati è roba scadente che non viene poi utilizzata, ma quello di buono lo utilizziamo poi per le canzoni. La tematica portante di Spiritual Stronghold è il conflitto. L'osservazione della realtà che ci circonda ci ha portati a vedere in esso l'unica esperienza dell'umanità: il che ovviamente è una cosa negativa! Dal conflitto puramente "guerresco" a quello sociale, passando per la battaglia che ognuno di noi combatte con i suoi demoni personali, crea il background culturale sul quale sono cuciti i testi del nostro ultimo lavoro.

BT) Ci sono stati cambiamenti di line-up durante gli anni o la formazione è rimasta invariata?
(Francesco C.) La formazione originale, quando nell'estate 2007 è nato il gruppo, vedeva alle chitarre Matteo Guazzo e Marco Gervino, due ottimi chitarristi e due ottimi amici, che però per divergenze puramente artistiche e musicali hanno deciso di lasciare quasi in contemporanea il gruppo; al loro posto sono subentrati in ordine Angelo, e dopo un breve periodo Mark. Dunque ufficialmente dal 2008 ad oggi la formazione degli Svart Vold è rimasta invariata.

BT) Quanti concerti ha fatto la band?
(Marco L.) Da quando sono entrato in pianta stabile nella formazione ne avremmo fatti più o meno una trentina, su per giù. Nell’ultimo anno invece abbiamo deciso di suonare meno dal vivo per concentrarci meglio sulla stesura dell’album appena uscito!

BT) Cosa ne pensate della scena musicale attuale della vostra città?
(Marco L.) Penso che la scena Metal in provincia di Alessandria sia veramente molto viva, ci sono un sacco di ragazzi che suonano, molte band di qualità che sono riuscite anche a farsi un nome nella scena nazionale. Pensiamo solo a Secret Sphere, Odd Dimension, i miei Lucky Bastardz, Hell in the Club, e moltissimi altri… tutti gruppi che si sbattono tantissimo per provare ad uscire.

BT) Parlateci dei progetti presenti e futuri della band
(Angelo C.) Attualmente ci stiamo dedicando il più possibile alla promozione del cd appena lanciato; questo si tramuta nella ricerca di nuove date sparse un po' per il suolo nazionale e nel pubblicizzare il prodotto. Abbiamo qualche data in vista nel nord Italia, ricordo soprattutto quella di mercoledì 23 novembre al Blue Rose Saloon di Bresso (MI) che vedrà headliner i californiani Warbringer, e ne cerchiamo altre. Quindi diciamo che per il futuro imminente questo è il programma, più in là si vedrà. Personalmente non vedo l'ora di incidere un nuovo disco!

BT) C'è qualche messaggio particolare che volete quindi lasciare in conclusione ai visitatori di BandsTribe?
(Guido P.) Parlando di musica, il messaggio migliore che possiamo dare è quello di essere sempre originali, buttate in musica quello che vi passa in testa, non quello che passa in tv o va di moda, ma ciò che vi viene spontaneo quando prendete in mano il vostro strumento. Parlando invece di vita, pensate sempre con il vostro cervello, non lasciate che qualcuno vi influenzi o parli per voi, non fatevi mai tappare la bocca da nessuno e combattete se ciò avviene, la libertà è un diritto che va preservato sempre. Supportate la musica originale, stay metal ragazzi, Svart Vold for the win!

© 2009 - 2017 Bandstribe.it di Lorenzo Stentella e Lopopolo Marco - Il sito è ottimizzato per una risoluzione di 1600 x 900 - E' vietata ogni riproduzione non autorizzata del portale.

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Continuando con la navigazione, l'utente accetta di utilizzare i cookie.