Logo

ONELEGMAN BANDSTRIBE

 
BT) In che anno si è formata la band?
O) Dr. Mastermind: La band è nata ufficialmente nel 2001 come side project mio e di Lorenzo (non ancora LOW PRESSURE), e l'idea, inizialmente, era divertirci a suonare cover del buon vecchio Zakk Wylde; con l'ingresso di Riccardo S. (non ancora CHICKEN BREAST) come chitarrista, e Cristian (non ancora CHUPACABRA) come vocalist, abbandonammo subito l'idea e nel giro di pochissimo tempo la band era giˆ indirizzata sui pezzi originali.

BT) Come mai è stato scelto questo nome?
O) CHUPACABRA: ONELEGMAN era il titolo di un nostro pezzo, in cui il protagonista entrava in una clinica per farsi trapiantare il fallo di un cavallo. Una storia alquanto bizzarra che rappresenta bene la nostra follia del tempo. Di quell'esperienza è rimasto solo il nome.

Dr. Mastermind: Ah si? Io mi ricordo che il nome è nato durante una sera di mezza estate in sala prove in un momento di grande catarsi compositivaÉricordo il nostro chitarrista che a un certo punto si è bloccato nel suonare e ha detto testuali parole: "Questo riff è molto Onelegman"

BT) A quali bands vi siete maggiormente ispirati?
O) Low Pressure: La lista dei singoli musicisti potrebbe essere davvero infinita. Credo che ognuno di noi abbia i suoi maestri per antonomasia, diciamo così, quelli che possiamo definire i mostri sacri dello strumento ai quali ispirarsi. Io personalmente sono una appassionato di  Les Claypools, e ciò che mi piace veramente di lui è la sua anima skizoide e mai prevedibile.

Dr. Mastermind: é vero, la lista potrebbe essere lunga davvero, il mondo è pieno di grandi musicisti, ed è pieno di grandi batteristi. Vuoi qualche nome? Thomas Haake dei Meshuggah e Gavin Harrison dei Porcupine Tree; sono due tra i miei batteristi preferiti, quelli che ritengo essere maggiormente portatori di innovazione musicale nei loro rispettivi progetti. Per quanto riguarda il nostro sound, invece ti dirò che è abbastanza catalogabile, e si riconosce nei Pantera, nei FaithNoMore, SOAD, Tool, per fare solo alcuni esempi di band importanti.

BT) Cosa ne pensate della scena attuale del vostro genere?
O) Chicken Breast: Paradossalmente, ritengo che le migliori idee le si ritrovano più dai gruppi emergenti che professionisti. La motivazione potrebbe essere che abbiamo maggiore libertà d'espressione portandoci a sfruttare meglio le nostre intenzioni. Il problema è che spesso si viene supportati poco e male, nel senso che si fa sempre più fatica a trovare da suonare. Aspetto da anni quel gruppo che riesca creare un nuovo filone e movimento come è stato al suo tempo per i Korn, Tool, Meshuggah, ecc...

BT) Quali sono le vostre fonti di ispirazione per i testi?
O) Chupacabra: I nostri testi parlano di quel che parliamo noi stessi fra noi e fra i nostri amici; donne, alcool, riscatto sociale, delirio, arte e perversione…Ci rispecchiamo per intero sia musicalmente che nelle liriche di The Crack: non è un lavoro fatto a tavolino e nemmeno un concept album, ma un patchwork di situazioni che nascono, si sviluppano e sublimano fino alla traccia successiva.Per poi ricominciare di nuovo un altro argomento a se stante… che però contribuisce in maniera indispensabile alla resa globale del disco!

BT) Ci sono stati cambiamenti di formazione?
O) Low Pressure: Non c'è stato nessun cambiamento da quando è stato formato il gruppo. E' dal 2003 che suoniamo assieme ed oltre ad avere questa passione in comune, abbiamo anche un ottimo rapporto d'amicizia che va oltre il suonare.

BT) Quanti concerti ha fatto la band?
O) Chicken Breast: Boh non li abbiamo mai contati; ad oggi forse un centinaio te la sparo, una media di un live per mese dal lontano 2003. Attualmente, grazie alle nostre forze, abbiamo già una manciata di date estive confermate, ci stiamo attivando per fissare almeno una ventina di live in giro per la penisola in autunno, mentre per l'inverno l'intento è quello di riuscire ad organizzare un breve ma intenso tour che attraversi Austria, Germania e Paesi Bassi... e, perchè no, Inghilterra! Stiamo attendendo la conferma della nostra partecipazione ad un importante festival europeo, dove potremo nuovamente misurarci con l'impatto di un pubblico diverso e calcare nuovamente la scena insieme a gruppi che hanno fatto la storia del rock, sia classico che moderno! Le cose come puoi notare si stanno finalmente muovendo.

BT) Cosa ne pensate della scena attuale della vostra città?
O) Chupacabra: da tenere d'occhio i modenesi LOGICAL TERROR e il loro "Almost Human" in uscita per "REALITY" e i nostri compagni di etichetta, i parmigiani SPANKING HOUR! Citiamo anche i WHAT A FUNK, sempre di Reggio Emilia con il loro Power funky e poi ce ne sarebbero altre davvero. Di bands buone e di gente capace che suona a Reggio ce ne sono sempre state. Ti parlo sempre e solo di underground perchè è quello che è vivo, ed  da lì che i musicisti bravi vengono fuori.

BT) Parlateci dei progetti presenti e futuri della band
O) Low Pressure: Ovviamente gira tutto intorno alla promozione di “The Crack”. Abbiamo in serbo il videoclip di "Black Lamb"del quale è già disponibile una preview caricata su YouTube e postata sulle nostre pagine Facebook e MySpace. Vi invito tutti il 6 settembre su ROCK TV da PINO SCOTTO per il lancio ufficiale. E’ un video di forte impatto e dagli sfondi oscuri realizzato in una lugubre corte medioevale dove la vita di un agnellino nero diventa metafora dei mali della nostra società consumistica. Fatto questo c'è in programma un tour invernale come accennato prima, e poi non ci si ferma mai. Le prime bozze del successore di The Crack sono già nate. Qui però mi fermo :)

BT) C'è qualche messaggio particolare che volete quindi lasciare in conclusione ai visitatori di BandsTribe?
O) Dr. Mastermind: Ragazzi continuate a supportare la musica underground e andate a vedere i concerti in giro. Ho un messaggio anche per i musicisti: coltivate la storia della vostra band. Di band nate a tavolino ce ne sono molte e non durano. E come dice sempre Trevor "IN ALTO IL NOSTRO SALUTO". Un saluto a tutti i lettori di Bands Tribe. Rock on!

© 2009 - 2017 Bandstribe.it di Lorenzo Stentella e Lopopolo Marco - Il sito è ottimizzato per una risoluzione di 1600 x 900 - E' vietata ogni riproduzione non autorizzata del portale.

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Continuando con la navigazione, l'utente accetta di utilizzare i cookie.