Logo

CRYSTAL FURY BANDSTRIBE

 
BT: In che anno sono nati i Crystal Fury e come mai questo nome?
CF: Il gruppo nasce nel 2006, il nome evoca un potente sortilegio lanciato dal personaggio principale del concept che stiamo scrivendo: Reign of Nevermore.

BT: Quali sono le vostre maggiori fonti di ispirazione per la composizione dei testi?
CF: Ci piace prendere spunto dalla mitologia Nord Europea, ma anche da autori come Tolkien, Coleridge e Howard. Ma spesso le idee derivano dall’esperienza di tutti i membri nel campo fantasy, spaziando da GDR fino a MMORPG. Per esattezza i contenuti dei nostri testi rispecchiano la visione che abbiamo della società moderna,nel senso che, se anche raccontiamo di ere passate con personaggi inventati, vogliamo fare riferimento a realtà attualissime.

BT: Ci sono influenze musicali rilevanti nel sound dei Crystal Fury?
CF: Ovviamente ognuno di noi ha il proprio bagaglio personale, che spesso è comune a quello degli altri, ma se vogliamo parlare di nomi che influiscono sul sound del gruppo possiamo citare: Angra, Simphony x, Manowar, Omen, Dream Theater e moltissime altre influenze portate dai vari musicisti che hanno collaborato con noi.

BT: Cosa ne pensate degli standard di produzione e di registrazione attuali?
CF: Oggi le possibilità di registrare un demo sono piuttosto ampie, chiaramente è necessario avere in testa il target di qualità che si deve raggiungere, nel senso che per avere un prodotto commerciabile è ancora necessario andare in uno studio professionale.Siamo però fortunati, in quanto possiamo contare su molta attrezzatura da home recording che ci permette di creare demo proponibili proprio come Reign of Nevermore. Noi siamo dell’idea di continuare a fare le cose da soli, anche perchè è difficile trovare etichette chesi interessano al nostro genere, siamo comunque aperti a valutare ogni tipo di proposta per realizzare il nostro primo disco

BT: Ultimamente, comunque, in qualsiasi aspetto dell’arte (musica, cinema,letteratura, ecc…), ci sembra di osservare una sorta di crisi culturale: a cosa pensate sia dovuto questo livello di bassa ispirazione?
CF: Sicuramente grande colpa è della gente stessa, molti musicisti/registi/produttori oggi hanno capito il meccanismo che permette di guadagnare, calcando quelle peculiarità che piacciono alla massa, tralasciando spesso quei prodotti che derivano dal talento dal sacrificio. Questo chiaramente per la pigrizia mentale che si è diffusa da fine anni 90 fino ad oggi

BT: Credete, a tale proposito, che le influenze culturali possano migliorare il livello qualitativo della musica?
CF: Certamente, noi ci basiamo appunto su una miscela culturale che spazia fra tutte le arti.

BT: Quali sono, invece, i prossimi progetti che vi avete deciso di portare avanti?
CF: Prima cosa dobbiamo finire questo disco, registrarlo e portarlo in giro per far conoscere la furia, dopodichè sono tante le cose che ci balenano in testa, sicuramente un video e chissà...magari anche un piccolo cortometraggio :)

BT: Com’è la scena Metal delle vostre parti?
CF: Non ci possiamo lamentare...anzi, la nostra zona brulica di progetti metal di vario genere, dal Metal più melodico a quello più estremo.

BT: E dei rapporti tra le band, invece? Cosa potete dirci in merito?
CF: Beh collaborazioni musicali non ne abbiamo ancora fatte, ma dal punto di vista umano abbiamo rapporti con molti musicisti della scena metal del Lazio tipo Rosae Crucis. Stormlord, Forgotten Dust, Exhiled on Earth, Rainfall, Silenzio ecc..

BT: In conclusione, vi lasciamo uno spazio per comunicare ai visitatori di Bandstribe i vostri messaggi
CF: Presto il disco The Reign of Nevermore sarà ultimato...seguiteci per apprezzare tutta la nostra potenza.SUPPORTATE LA SCENA METAL ITALIANA..SEMPRE!! HAIL da tutti i Crystal Fury..ci vediamo presto sul palco!!!

www.myspace.com/crystalfury
facebook: crystal fury

© 2009 - 2017 Bandstribe.it di Lorenzo Stentella e Lopopolo Marco - Il sito è ottimizzato per una risoluzione di 1600 x 900 - E' vietata ogni riproduzione non autorizzata del portale.

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Continuando con la navigazione, l'utente accetta di utilizzare i cookie.