Logo

LSD - LUNARSEA - DARK LUNACY

 
Giovedì 22 Aprile lo staff di Bandstribe ha partecipato alla serata metal del consueto Giovedì all’Urban, locale di Perugia dedito a spettacoli live, che sta riscuotendo dei buoni risultati, anche grazie ad una buona organizzazione e ad un atteggiamento di fondo ben diverso da molti altri locali, dove la disorganizzazione ed il disinteresse la fanno, invece, da padroni. Con un leggero ma comprensibile ritardo, la serata comincia con una buona affluenza di pubblico ed il locale viene subito investito dall’onda sonora dei Light Silent Death, band Death melodica umbra (ternana, per la precisione), che è già una nostra vecchia conoscenza. I metallers propongono brani potenti ma melodici, ottimi per scaldare il pubblico; brani come “Electrical Stranded”, “Obscuration” e “Deja Vu” seguono l’uno dopo l’altro, accolti con entusiasmo e partecipazione da parte del pubblico, tutti eseguiti in maniera veramente trasmissiva da parte del sestetto e la cover conclusiva “Episod 666” degli In Flames è un ulteriore fonte di conferma in quanto a risposta positiva da parte degli spettatori, giunti alla serata in maniera cospicua. Dopo un breve cambio di strumentazione, è la volta dei Lunarsea, band romana che negli ultimi anni ha virato da sonorità Prog ad un Death Metal classico, diretto e privo di fronzoli. La scaletta della band, ovviamente, non prevede l’esecuzione dei vecchi brani in stile Prog e tra i titoli proposti, ad esempio, figurano “Magnitude 9.6”, “Five Sided Platform Shape”, “The Apostate” e “Metamorphine”, tutti eseguiti in maniera impeccabile da parte della band, dotata di un potenziale tecnico lodevole (una nota di merito particolare va al chitarrista Fabiano Romagnoli, per la tecnica esecutiva veramente pregevole). Oltre all’impatto sonoro molto forte, un altro elemento caratterizzante di questa band è la presenza scenica: i chitarristi, ad esempio, non si sono fermati un attimo sul palco, correndo da una parte all’altra e scambiandosi vicendevolmente di posto, coinvolgendo gli spettatori. Finito lo show dei Lunarsea, si prepara di nuovo il palco, per far esibire questa volta l’attesissimo gruppo headliner della serata: i Dark Lunacy, che questa sera suonano con la nuova line-up. I brani che più mi hanno colpito, pur non conoscendo a fondo la discografia della band, sono stati “Through The Non Time” “Dolls”, “Mother Land” e “Fall”, tutti eseguiti in maniera molto evocativa e con grande passione. La forza della band è infatti quella di saper unire la loro passione per la musica classica a sonorità per così dire “più moderne”, attraverso la chiave di lettura Metal: l’ibrido musicale che ne consegue è un Death Metal melodico con inserti sinfonici e soluzioni armoniche molto suggestivi, sostenuti live dal modo teatrale di interpretare i brani del singer Mike (veramente un personaggio da incontrare). Il pubblico, ancora una volta, apprezza molto lo show e la band scende dal palco tra ovazioni ed applausi; la nostra serata finisce dopo qualche cordiale saluto ed i dovuti ringraziamenti allo staff dell’Urban e dopo una breve chiacchierata con Trevor (dei Sadist), pervenuto per seguire la serata, rientriamo alle nostre case soddisfatti e divertiti. In conclusione, vi lascio una breve intervista alle band, alle quali abbiamo fatto due domande ciascuna:

LIGHT SILENT DEATH (risponde Luca)
BT: Sappiamo che avete un album in cantiere. Dacci qualche anticipazione
LUCA: Siamo attualmente nella fase in cui il nuovo materiale, sottoforma di ritmiche e riff, viene provato tutti insieme in sala prove e vengono selezionate le soluzioni migliori, scartando quelle meno adatte. Ci sarà anche qualche riadattamento di materiale vecchio e probabilmente il nuovo full-lenght conterrà 11 o 12 pezzi
BT: Tu collabori con l’Urban come uno degli organizzatori della sezione Metal. Dacci le tue impressioni sulla scena Metal underground del locale e della città
LUCA: Perugia è una realtà piccola rispetto a Roma, Milano, ecc…, comunque grazie alla varietà delle serate che si organizzano il locale sta riscuotendo buoni risultati e la risposta del pubblico è positiva; in particolare, i risultati di quest’anno sono più che apprezzabili


LUNARSEA (risponde Cristian)
BT: Parlateci delle origini della band
CRISTIAN: Il progetto Lunarsea nasce sottoforma Prog nel 2003, ma dopo varie scelte stilistiche e cambi di formazione siamo giunti a quelle che sono oggi le sonorità dei Lunarsea, decisamente orientati verso il Death Metal classico. In futuro, manterremo queste coordinate
BT: Quali sono i vostri impegni attuali e futuri?
CRISTIAN: Puntiamo ad incrementare il numero degli show live: prossimamente, saremo al Metal Disorder, al Metal Valley ed al Metal Crusade (a Viterbo), poi a Settembre abbiamo degli show ancora da confermare in Grecia. Il prossimo anno cominceremo poi a scrivere nuovo materiale


DARK LUNACY (risponde Mike)
BT: Quali sono le origini della band?
MIKE: La band nasce nel 2001, da un’idea mia e di Enomis, vecchio chitarrista della band. Abbiamo 3 cd all’attivo per la Self Records, che è una casa distributrice molto grande e questo ci ha portato portato ad allargare il nostro pubblico: infatti, abbiamo fans anche in Giappone, Russia e Messico
BT: Cosa avete in cantiere attualmente per i Dark lunacy?
MIKE: A Maggio 2010 entreremo in studio per comporre il nostro quarto lavoro, quindi quella di stasera è l’ultima performance live prima delle registrazioni. Il nuovo album verrà composto dalla nuova line-up. Io sono l’unico “superstite” della vecchia formazione e con i nuovi compagni abbiamo scelto di mantenere le sonorità dei vecchi lavori, unendo il Metal alla musica da camera corale (con inserti di violini e violoncelli)


Riferimenti web:
LIGHT SILENT DEATH: http://www.myspace.com/lightsilentdeath
LUNARSEA: http://www.lunarsea.eu
http://www.myspace.com/lunarseaband
DARK LUNACY: http://www.darklunacy.com
http://www.myspace.com/darklunacy


Enrico Scarpettella

© 2009 - 2017 Bandstribe.it di Lorenzo Stentella e Lopopolo Marco - Il sito è ottimizzato per una risoluzione di 1600 x 900 - E' vietata ogni riproduzione non autorizzata del portale.

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Continuando con la navigazione, l'utente accetta di utilizzare i cookie.