Logo

GREAT MASTER BANDSTRIBE

great master 

Great Master sono una delle ultime produzioni dell’Underground Symphony, etichetta ligure della quale abbiamo già parlato in altri articoli, essendo una delle roccaforti del Metal “Made In Italy” più duratura, con oltre quindici anni di esperienza alle spalle. Questa formazione di cui vi parleremo oggi non propone un genere articolato e colmo di influenze opposte, ma si dedica ad un deciso Power Metal melodico privo di fronzoli, dalle tematiche epiche e Fantasy; tuttavia, a discapito di quanto si possa pensare quando si parla di questo particolare genere, di cui sono stati esponenti maggiori in Italia i Rhapsody Of Fire, i Great Master sono molto più diretti dei loro predecessori e negli arrangiamenti preferiscono ricercare soluzioni armoniche più “Heavy”,che sinfoniche.A sostegno di questo, nelle strutture e nei riff di “Ghost Ship” e di “King Of The Night”, la band  dimostra di aver imparato le lezioni impartite da Timo Tolkki e dagli ormai andati Stratovarius nei loro primi lavori (su Dreamspace, in particolare): in episodi come questi due citati, le due chitarre vanno infatti a tessere l’armonia e la melodia del pezzo, incrociandosi su riff e fraseggi sempre in sintonia. Altri brani che mi hanno colpito in particolare sono stati “Land Of No Return”, “Circe Of The Fairies” e “The Lost Secrets… Underworld” (title-track dell’album), efficaci e potenti al punto giusto. Ovviamente, dalla band non ci si può aspettare soluzioni musicali particolari, come già accennato all’inizio dell’articolo, proprio perché i presupposti del genere proposto sono ben definiti e decisi; in ogni caso, i Great master sanno comunque come impressionare positivamente il pubblico appassionato del Power melodico e questo è più che pregevole, da parte di una band che esprime delle sonorità ormai in fase di calo dal punto di vista del mercato musicale, dopo l’esplosione degli anni ’90.Come ultima nota positiva, vorrei sottolineare la buona re-interpretazione di uno dei brani più importanti della Musica Classica, “Canon”, riuscita veramente bene. Complimenti ai Great Master!

Titolo: Underworld

Brani: 10 Tracce

Anno: 2010

Produzione: Underground Symphony

Contatti: www.myspace.com/greatmasterit

© 2009 - 2017 Bandstribe.it di Lorenzo Stentella e Lopopolo Marco - Il sito è ottimizzato per una risoluzione di 1600 x 900 - E' vietata ogni riproduzione non autorizzata del portale.

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Continuando con la navigazione, l'utente accetta di utilizzare i cookie.