Logo

JESUS WAS HOMELESS BANDSTRIBE

jesus was homeless 

Jesus Was Homeless è il nome del progetto nato dalla mente di 4 artisti italiani già impegnati in progetti discografici noti; la formazione, infatti, include Maruko alla chitarra ed alle programmazioni (noto anche come Dj Maruko nei suoi numerosi dj set ed attivo, inoltre, nel progetto elettronico XP8, come programmer e mixer) e Federico Amorosi al basso, già bassista dei Daemonia di Claudio Simonetti. Completano poi la formazione Tiziano Rizzuti alla voce ad Alessandro Vona alla batteria. La band presenta un sound molto eterogeneo, derivante dalla fusione delle diverse influenze musicali dei componenti, che si sono uniti per il comune obiettivo di fare musica libera dagli schemi canonici che avevano sinora adottato nelle precedenti esperienze musicali.Il progetto si muove tra diverse città: da Los Angeles, a Roma (sede più o meno fissa della band) a Londra, dove i Jesus Was Homeless divengono realtà, grazie alla registrazione nel 2008 del loro primo album “The Landing”, prodotto dall’etichetta indipendente internazionale O.B.E. Records.Il lavoro viene molto apprezzato dalla critica di competenza ed il singolo “Melting” diviene uno dei più programmati dall’emittente radiofonica Virgin Radio: il sound dell’album fonde la componente Rock alternative di base all’elemento elettronico, che è la parte in cuiMaruko (synther e programmer, oltre che chitarrista della band) meglio si esprime, fuori dagli schemi, verso la sperimentazione musicale libera.“Self-Control”, il nuovo singolo, esce nel mese di Gennaio di quest’anno, riscuotendo anch’esso molti plausi ed ancora una volta la collaborazione da parte di Virgin radio, dato che il video della canzone (ispirato al film Blood River e girato a Los Angeles) viene ospitato on-line nella programmazione del sito dell’emittente radiofonica; il celeberrimo brano Pop, che Raf produsse nei lontani anni ’80, è stato rivisitato dalla band in maniera molto personale ed originale (notare, infatti, l’apertura con synth e campionamenti di batteria elettronica), dimostrazione del fatto che il gruppo si è ormai creato una propria identità, originale ed intrigante.Il resto dell’anno vedrà i Jesus Was Homeless impegnati tra i diversi show live elencati sul Myspace della band (che consigliamo agli interessati di seguire) e nella realizzazione di un nuovo album, in cui gli artisti romani cercheranno di esprimere ancora al meglio la propria musicalità libera e all’avanguardia.Saluto cordialmente tutti i lettori di Bandstribe e mando i miei migliori auguri alla band, che sono sicuro di ritrovare in futuro sulle nostre pagine.

http://www.myspace.com/jesuswashomeless

© 2009 - 2017 Bandstribe.it di Lorenzo Stentella e Lopopolo Marco - Il sito è ottimizzato per una risoluzione di 1600 x 900 - E' vietata ogni riproduzione non autorizzata del portale.

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Continuando con la navigazione, l'utente accetta di utilizzare i cookie.