Logo

WHAT A CONFUSION - REPOLLUTION - BANDSTRIBE

 
Se prendete il rap e lo accostate al metal, otterrete diversi risultati: partendo dai primi anni ’90 ad oggi i nomi sono parecchi, ma ad oggi le band che incarnano quel sound e quello stile sono poche e una di queste è tutta italiana, precisamente della provincia di Verona, si chiamano What a Confusion e nel 2012 è uscito il loro primo album, “Repollution”, l’oggetto della nostra recensione. Tanto per iniziare i testi sono in inglese, questo per ragioni stilistiche dato che probabilmente è la lingua che più si presta all’uso del rap e tenendo conto che, prima di fare pezzi propri, la band suonava cover dei Rage Against The Machine, il sound è quello più “alternativo”, non ci si può sbagliare! La voce a dire il vero fa molto P.O.D. ma il muro di suono che si ascolta è quello dei RATM, chitarra graffiante e ricca di virtuosismi, il basso è pieno e grezzo mentre la batteria ricorda parecchio i Sepultura (secondo me) ma pure i Suicidal Tendencies. In ogni caso le idee convogliate nell’album funzionano a dovere regalando divertimento e adrenalina il tutto concentrato in 10 tracce.

Federico Cardinali

© 2009 - 2017 Bandstribe.it di Lorenzo Stentella e Lopopolo Marco - Il sito è ottimizzato per una risoluzione di 1600 x 900 - E' vietata ogni riproduzione non autorizzata del portale.

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Continuando con la navigazione, l'utente accetta di utilizzare i cookie.